10 Campioni Giovanili Regionali proclamati a Cerveteri

Sono Tommaso Bernardini, Edoardo Di Benedetto, Federico Casagrande, Flavio Palozza e Claudio Piccinato i campioni regionali giovanili del Lazio per l'anno 2015.Mentre le campionesse femminili sono Désirée Di Benedetto, Morgana Fabbri, Chiara Di Maulo, Alessandra Di Maulo e Vittoria Spada. A proclamare i vincitori, domenica scorsa, sono stati Salvatore Attanasi, presidente del circolo di scacchi Alvise Zichichi, e Luigi Maggi, presidente del comitato regionale Lazio. Lo hanno fatto all'interno della sala Ruspoli, a Cerveteri, dove si è svolta l'intera manifestazione. Un luogo di gioco spazioso e ben illuminato che ha visto 67 agguerritissimi e giovanissimi atleti darsi battaglia nei rispettivi sei tornei che li hanno coinvolti. Under 16, Under 14, Under 12, Under 10, maschile e femminile, e Under 8.

Una cornice particolare per un evento particolare. Salite le scale che da piazza Aldo Moro, portano a piazza Santa Maria, infatti, bastavano pochi passi per raggiungere la sala di gioco all'interno del cortile fortificato del complesso medievale.
Con la fontana dal lato della chiesa di Santa Maria e i merli delle mura di cinta che collegano il castello alle “Case Grifoni”, subito prima del Palazzo Ruspoli. Una manifestazione, insomma, che, in linea con la visione del Coni relativa al turismo sportivo, ha sprizzato cultura da tutti i pori.Di fronte al pianoforte a coda della sala, le 32 scacchiere con i tornei meno numerosi in testa alla fila e i più numerosi a seguire.  In fondo alla sala, su un antico tavolo in legno, le coppe e medaglie che sarebbero andate in premio ai vincitori. Senza dimenticare zaino, maglietta e felpa, del brand Joma, che avrebbe arricchito i premi dei campioni di ogni categoria.
Cerveteri cig reg 2015Andiamo quindi a vedere, più nello specifico, partecipanti, podi performance e qualche curiosità! Il torneo più numeroso è stato quello degli Under 12 con 19 presenze. Federico Casagrande l'ha spuntata su Emanuele Carlo per mezzo punto. Mentre Alessandro Capparuccia pattando all'ultimo turno con lo stesso Casagrande, non ha potuto ambire a di più del terzo posto.
Chiara Di Maulo, nona a 3 punti, ne totalizza uno in più di Sara Zingone e si guadagna il titolo femminile.L'Under 10 è l'unico torneo che ha visto una divisione per sessi con 13 bambini da una parte e 7 bambine dall'altra. Fra i maschi, il vincitore assoluto è risultato Flavio Palozza con 5 punti e mezzo,  seguito, anche lui, da un giocatore con mezzo punto di svantaggio: Alessandro Seccia. Terzo, invece,  Flavio Battista a 4 punti.
Nel torneo in rosa, invece, disputato con un girone all'italiana, Alessandra Di Maulo si laurea campionessa, a punteggio pieno, staccando Kamilla Giniyatullina di un punto e mezzo. Terza Debora Pascolini, con 4 punti.Nell'Under 8 Claudio Piccinato batte all'ultimo turno Vittoria Spada, dopo aver proposto un sacrificio, giustamente rifiutato in un primo momento dalla sua avversaria, e chiude il torneo a punteggio pieno con una lunghezza di vantaggio su Alessandro Ruggieri, a 5, battuto nello scontro diretto. Terzo Gabriele De Luca, a 4 punti. La Spada, invece, si aggiudica il titolo femminile facendo meglio delle altre due bambine dell'Under 8 e in particolare di Anna Pronti che arriva dopo di lei per un punto.E veniamo ora all'Under 16 e all'Under 14, dove si sono confrontati, i giocatori con i più alti punteggi elo della sala. L'Under 16, con soli 4 giocatori, si è trasformato in un doppio girone all'Italiana dove Désirée di Benedetto vince con due punti di scarto, rispetto a Tommaso Bernardini, secondo e pertanto campione provinciale maschile. Terzo Federico Angeloni a due punti e mezzo.
Questo torneo è stato l'unico caso in cui una ragazza si è aggiudicata il titolo femminile battendo anche i ragazzi e risultando quindi il miglior giocatore anche nel torneo assoluto.Ultimo torneo della lista, l'Under 14. Edoardo Di Benedetto stacca Christian Palozza di un punto e si laurea campione giovanile dopo aver agguantato, una settimana prima, il titolo di campione regionale. Terzo Riccardo Pomilio con 4 punti. Morgana Fabbri, con 3 punti, primeggia, per spareggio, su Francesca Doddato e porta a casa il titolo di campionessa femminile.Nonostante il torneo fosse giovanile, e quindi pieno di giocatori non classificati, non sono mancate posizioni interessanti e partite combattute. Girando fra i tavoli si poteva facilmente vedere la tensione agonistica trasparire dai volti di quasi tutti i giocatori coinvolti. Impegno, tenacia e voglia di giocare inframezzate, come naturale, da corse all'aperto e giochi di bambini al termine di quasi ogni partita.Per esempio due delle posizioni interessanti viste nell'Under 12 sono state un finale di alfieri di colore contrario e un sacrificio di donna per forzare la partita verso il pareggio.
Mentre per quanto riguarda la consueta analisi del dopo partita abbiamo carpito un poco diplomatico: “Quella non sa giocare, l'ho vinta. Mi ha regalato la donna...”, proferito da una giocatrice probabilmente del femminile.La manifestazione ha avuto inizio con un minuto di silenzio in memoria degli Italiani caduti nella prima guerra mondiale, l'entrata in guerra era appunto avvenuta il 24 maggio del 1915. Tre i turni disputati durante la mattinata e altri tre nel pomeriggio. Eccezion fatta per il femminile che di mattina ne ha fatti 4.Visibilmente entusiasta della manifestazione il sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci che ha visitato la sala di gioco e ha passato un po' di tempo fra orologi e giochi, con gli organizzatori, Maggi e Attanasi, a fargli da guida. Altra gradita visita, quella del presidente del Coni Lazio Riccardo Viola, che non manca di dimostrare un certo interesse nei confronti delle attività scacchistiche della sua regione, cosa che ci onora.Arbitro della manifestazione Fabio Cardellini che ha diretto con scrupolosità l'evento, cercando sempre di mantenere il silenzio in sala e stando attento che i giocatori potessero portare a termine le partite nelle migliori condizioni possibili. Perfino l'accesso alla sala degli accompagnatori – genitori e istruttori - era in qualche modo regolato affinché il torneo potesse andare avanti senza intoppi.Se, come già detto, il motore organizzativo della manifestazione è stato il circolo Alvise Zichichi, le persone attivamente impegnate nell'allestimento della sala e nella gestione del torneo sono state, oltre al presidente Attanasi, i soci Alessandro Boccardi, Alessio Elia, Stefano Grilli e Antonino Bruno.Complimenti a tutti i vincitori e un invito speciale, da parte degli organizzatori, a chi non è riuscito a partecipare quest'anno affinché riesca, l'anno prossimo, a prendere parte a uno degli eventi con la “E” maiuscola organizzati dal nostro comitato!

link video: https://www.youtube.com/watch?v=a3lrFhgtRVU